Sermig

C'eri Tu

di Ernesto Olivero - Mio Dio, la nostra storia a rivederla, a ripassarla rivela che Tu sei sempre con noi.

C’eri Tu il 2 agosto del 1983 a indicarmi la strada: vai a nome mio nell'Arsenale vai a nome di tutte le donne e gli uomini di buona volontà, vai con la sofferenza che cerca speranza.

C’eri Tu quando mi sono ritrovato dentro queste mura cadenti a dire a me stesso: ci vorranno tanti soldi e tu Ernesto da chi li vorrai? Questa è un’opera nata dal tuo cuore sarà la tua provvidenza a portarla avanti, i giovani, i poveri mi aiuteranno perché emerga la tua grandezza Signore.

C’eri Tu ad affidarci a Maria, tua Madre a farci scoprire che ci ama perdutamente con lei amore, misericordia, l’eccomi sono entrati dentro di me sono diventati il mio linguaggio si è fatta trovare ed è diventata per noi la Madre dei Giovani.

C’eri Tu nel cuore di tante ragazze di tanti giovani che hanno detto sì con il coraggio di dare la loro vita.

C’eri Tu con me quando ti sei fatto straniero in quel ragazzo che mi puntava il dito: tu stanotte dove dormi? Avevo altri programmi ma Tu mi hai fatto commuovere mi hai fatto aprire un‘accoglienza per donne e uomini che non sapevano dove andare a dormire.

C’eri Tu a portarci ai giovani tuo grande patrimonio, tuoi prediletti eppure oggi poco meno che ultimi messi all’ultimo posto.

C’eri Tu a spingerci verso di loro per riportarli a Te.

C’eri Tu. Eri Tu.

A rileggere la nostra storia Tu sei protagonista di ogni incontro, di ogni scelta.
Non me ne accorgevo, ma c’ eri Tu nel mio cuore e mi hai fatto giocare con Te.
Mio Dio Tu ci sarai sempre nella nostra vita e tutti i sì e i no saranno tuoi.

Ernesto Olivero
EDITORIALE
Marzo 2018