Sermig

Un tappo solidale

di Renato e Valentina - Nella carta dei giovani abbiamo scritto: «Custodiamo la Terra: preserviamo la natura, viviamo con semplicità e sobrietà. Ci educhiamo a non sprecare le risorse naturali, perché la vita di tutti i popoli possa crescere oggi e nelle generazioni future. Favoriamo la ricerca per aprire nuove strade di sviluppo». Custodire la terra può partire anche da un semplice tappo.

In 9 mesi al Villaggioglobale di Cumiana si sono raccolti 6.295 kg di tappi di plastica (polietilene o polipropilene). Un container pieno di tappi, di ogni forma, colore e provenienza. Quello che proprio fa la differenza è la provenienza e le tante mani attraverso cui questi tappi sono passati. Con il potente passaparola si sono mobilitate migliaia di persone che con semplicità e metodicità hanno raccolto un tappo alla volta. Proprio perché semplice, talvolta sono stati i bambini a ricordarlo: «Mamma, i tappi li dobbiamo tenere!».

E così a casa si prepara un contenitore per raccogliere i tappi e quando è pieno si travasa nel contenitore della propria scuola, della sede scout, dell’ufficio o dell’Arsenale della Pace. Per fare 1kg di tappi occorrono 4.000 singoli tappi. Per arrivare a 6.295 kg sono stati necessari 25.180.000 tappi. Non è una semplice operazione matematica, ma un modo per dire 25 milioni di grazie a chi ha permesso di riempire quel container facendo un gesto buono per il Sermig e per i suoi progetti. Il lavoro si è completato con un’accurata selezione del materiale arrivato, in modo da consegnare all’acquirente un prodotto eccellente ed esente da ogni impurità.

Quantizziamo il bene generato: 6.259 kg di plastica che non finiscono in discarica, ma vengono facilmente riciclati e trasformati in arredi da giardino, cassette per la frutta, giochi per i parchi. Il ricavato di oltre 1.200 euro è utilizzato per sostenere dei progetti di sviluppo agricolo all’Arsenale dell’Incontro di Madaba contribuendo alla diffusione di una cultura, alla portata di tutti, che custodisce la terra.

Renato e Valentina
I BONOMOS
Rubrica di NUOVO PROGETTO